Storia

Real Academia Sancti Ambrosii Martyris 

La Real Academia Sancti Ambrosii Martyris di Storia, Araldica, Genealogia, Diritto Nobiliare e Studi Cavallereschi, è stata fondata per speciale intuizione dal suo Presidente il Cavaliere Angelo Musa, studioso e appassionato di Ordini cavallereschi e storia antica.

L’Accademia è un’istituzione culturale a carattere internazionale, senza alcuno scopo di lucro, consegue finalità di solidarietà sociale ispirate dai più alti valori della cultura cristiana. È apolitica e sia nella sua attività che tra i soci non fa distinzione alcuna di nazionalità, cittadinanza, razza, confessione religiosa e condizione sociale.

Tra i suoi scopi specifici vi è quello di riunire gli studiosi di storia, araldica, genealogia, diritto nobiliare e di ordini cavallereschi al fine di favorire lo scambio di idee, di informazioni e notizie e promuovere utili forme di collaborazione fra gli Accademici, nonché sviluppare gli studi storici, araldici, genealogici e di diritto nobiliare, di storia antica, e degli Ordini cavallereschi.

L’Accademia ha inoltre come scopi prioritari quelli dell’assistenza sociale e socio sanitaria, nonché la beneficenza: ne sono peraltro testimonianza gli ultimi progetti umanitari per la città di Fatima in Portogallo, con la creazione di due postazioni mediche per assistenza ai pellegrini che si recano nel santuario Mariano per la preghiera.

Essa opera sostenuta principalmente dalle quote associative e dalla generosità degli Accademici.  Risulta rilevante anche la partecipazione di coloro che si rendono disponibili a prestare gratuitamente la loro opera in occasione degli eventi proposti nelle varia aree di interesse come cultura, economia, politica, religione e quant’altro.

La Real Academia Sancti Ambrosii Martyris, in relazione alla materia cavalleresca e premiale, segue le direttive e i Registri dell’International Commission for Orders of Chivalry – ICOC.

La sede dell’Accademia è situata nella città di Ferentino (FR), le cui origini sono antiche ed avvolte nel mito: la leggenda ne ascrive la fondazione al dio Saturno che, scacciato dall’Olimpo, si insediò in questo territorio ubertoso ove fondò città e diffuse le arti e le tecniche. A testimonianza della fondazione, antecedente a quella di Roma di almeno 300 anni, sono presenti le cosiddette mura ciclopiche, una cinta composta da blocchi di pietra (di volume anche superiore ai 25 metri cubi) posati a secco e ad incastro a formare fortificazioni lunghe circa 2.500 metri, comprendenti 12 porte. L’etimologia stessa del nome Ferentinum (participio presente del verbo latino ferre: produrre) fornisce un’idea precisa riguardo alla fertilità del luogo e all’ingegnosità delle gente che lo abitava.

La denominazione dell’Accademia è stata intitolata al Centurione Martire S. Ambrogio, patrono della città di Ferentino (FR).

In data 29 gennaio 2016, in Lisbona, S.A.R. Dom Duarte Pio di Braganca, Capo della Casa Reale di Portogallo, con Reale decreto, concedeva alla Nobilis il “Reale Patronato”, per l’eccellente lavoro umanitario a sostegno della missione in Sao Tomè e Principe degli Ordini dinastici della Real Casa di Braganca.

Tra gli illustri Accademici, suddivisi nelle categorie “Ordinari”, “Benemeriti”, “d’Onore” e “D’onore – Classe Speciale”, vi sono personalità del mondo dell’araldica, Gran Maestri e dignitari di Ordini cavallereschi, Ecclesiastici e Capi di Case Reali, tra i quali se ne annoverano alcuni:

  • S.A.R. il Principe David Bagration-Mukhrani (Capo della Casa Reale di Georgia);

  • S.A.R. Dom Duarte Pio di Bragança (Capo della Casa Reale del Portogallo);

  • S.A.R. Don Leopold Isu Nisnoni Raja of Kupang and Liurai of Sonbai-Kecil (Capo della Casa Reale di Kupang – Indonesia);

  • H.M. King Yuhi VI of Rwanda – (Capo della Casa Reale del Rwanda);

  • H.R.H. Princess Owana Ka‘ōhelelani Kehekili Mahealani-Rose La‘anui Salazar – (Capo della Casa Reale delle Hawaii);

  • S.A.R. Osman Rifat Ibrahim Principe di Egitto e di Turchia;

  • His Majesty Muedzul Lail Tan Kiram 35th Sultan of Sulu (Capo della Casa Reale del Sultanato del Sulu – Filippine);

  • H.R.H. Crown Prince Kalokuokamaile III – Crown Prince delle Hawaii;

  • H.R.H. Prince Michael Kauhiokalani La‘anui Salazar – Principe delle Hawaii;

  • S.B.R. Ignazio Youssif III° Younan, Patriarca dei Siri Cattolici e Gran Maestro dell’Ordine Patriarcale di S. Ignazio di Antiochia dei Siri; 

  • Master Murray Craig – the Clerk of the Chamberlain’s Court of the City of London;

  • The City of London Corporation – Chamberlain’s Court;

  • S.E.R. Gennadios Stantzios – Metropolita Greco-Ortodosso di Nilopolis (Egitto) del Patriarcato di Alessandria e Africa;

  • S.E. Nobile Salvatore Olivari de la Moneda, Gran Cancelliere dell’Ordine Patriarcale di S. Ignazio di Antiochia dei Siri;

  • S.E. Boniface Benzinge – Chancellor of the Royal House of Rwanda;

  • S.E. Paul Christiaan Klieger – Chancellor of the Royal House of Hawaii;

  • Nobile Prof. Luigi Borgia, storico e studioso;

  • S.E. Dott. Ahmad SEKLAOUI (Console Italiano a Tiro – Libano);

  • S.E. il Conte William H. Weiss, Ambasciatore SMOM e Console della Repubblica di Malta;

  • S.E. Il Conte Stanislaw Vladimirovich DUMIN (Re d’Armi della Casa Imperiale di Russia – Romanov;

  • Nob. Dott. Pierfelice Degli Uberti (Presidente dell’International Commission for Orders Chivalry);

  • S.E. Prof. Umberto ZIO (già Delegato Vicario del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio per l’Emilia Romagna);

  • Don Manel GONZALEZ LOPEZ (Jefe de la Poliza Giudiziaria di Soria – Spagna e curatore del blog della Casa Troncal de los Doce Linajes de Soria);

  • His Eminence The Most Reverend Metropolitan Bishop Anania (Japharidze) Metropolitan of Manglisi and Tsalka (Georgian Orthodox Church);

  • Avv. Alfonso Marini Dettina, Delegato per il Lazio degli Ordini dinastici della Real Casa di Sovoia;

  • Dr. Paulo Falcão Tavares, Delegato per il Portogallo degli Ordini dinastici della Real Casa di Savoia; 

  •  Dott. Paul Perry, Regista cinematografico U.S.A.;

  • S.E. Cav. Dott. Gunnar RIEBS, Console Onorario della Repubblica di Slovacchia in Belgio, nonchè Vice Delegato del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.

  • Gerald Clarkson CBE, OStJ, QFSM Father of the Worshipful Company of Firefighters (London City);

  • Nob. Cav. Bruno de Menezes Ribeiro – Tenore Portoghese;

  • Angelo Anthony SEDACCA, N.Y. Police Department (U.S.A.);

  • Senator Donal J. LYDON – Senatore Irlandese ritirato (Irlanda);

  • Prof. Roberto SACCARELLO – Delegato SMOM Viterbo e Rieti (Italia);

  • Paulo Jorge da Conceição Vitorino – Impresario e Chefe da Real ASSOCIAÇÃO HUMANITÁRIA DOS BOMBEIROS VOLUNTÁRIOS DE LISBOA (Portogallo);

  • Prof. Moritz Konrad Samuel HUNZINGER – Docente Universitario (Germania);

  • Ronald Murray Esq – Master of the Worshipful Company of Firefighters of the City of London (UK);

  • Sir Robert George Alexander Balchin – Onorevolissimo Barone Lingfield (President of the League of Mercy) United Kingdom;

  • Lions Club – Rio de Janeiro Carioca Rio de Janeiro

    Brasile;

  • Excmo. Sr. Don Josè Domingo Piris Perpén Ufficiale della Legione Straniera Spagnola

    (Spagna);

  • Ilmo Sr. Don Carlos Fernãndez-Roca Suãrez – Ufficiale dell’Esercito dell’Aria Spagnola (Spagna);

  • Gerald Clarkson CBE, OStJ, QFSM Father of the Worshipful Company of Firefighters The Worshipful Company of Firefighters-City of London (UK);

  • Cav. William Alfred HACKETT – Ufficiale dei Vigili del Fuoco (Regno Unito);

 

output_media.php

 escosoc_onuACCREDITAMENTO DATABASE DESA’S CIVIL SOCIETY ONU – ECOSOC

Il Presidente Cav. Angelo Musa, ha ritenuto opportuno far accreditare ufficialmente il profilo organizzativo della Real Academia Sancti Ambrosii Martyris nel database del DESA’ s Civil Society dell’ ONU. Questo accredito della Nobilis presso le NAZIONI UNITE faciliterà la comunicazione tra la nostra Istituzione con il DESA’ s Civil Society dell’ ONU e saremo informati sugli eventi che si svolgeranno nella zona di nostra competenza. Sarà anche motivo soprattutto per aiutare le altre organizzazioni della società civile e a condividere le loro conoscenze.


 

 

Translate »